Campi base

Qui trovi tutte le info sul percorso su cui si svilupperà la Cordata della Presolana, oltre alla disponibilità di posti per ciascun settore: ogni settore ha un numero massimo di partecipanti. Affrettati a registrarti per essere sicuro di poter occupare il tuo!

La mappa ufficiale del Periplo della Presolana è disponibile qui.

Rifugio Malga Cassinelli

Quota: 1568,00 mt. Luogo: Rifugio Malga Cassinelli Difficoltà: E Lunghezza settore: 1160,00 Dislivello: 280,00 Posti disponibili: 0 Partecipanti iscritti: 545

Capocordata:
Il periplo ha inizio dal passo della Presolana seguendo il sentiero 315, che è forse il percorso più usato per salire al Pizzo della Presolana. Si sale quindi verso la Baita Cassinelli, dalla quale si transita per poi accedere alla splendida conca cui fa da cornice l’ampia parete sud della Presolana. Risalendo sui faticosi ghiaioni si raggiunge l’ultimo larice, al Canale del Visolo.

Canale Visolo (ultimo larice)

Quota: 1848,00 mt. Luogo: Canale Visolo (ultimo larice) Difficoltà: E Lunghezza settore: 1290,00 Dislivello: 239,00 Posti disponibili: 34 Partecipanti iscritti: 207

Capocordata:
Dal Canale del Visolo si sale verso la bastionata sud della Presolana passando nei pressi del rinnovato bivacco città di Clusone a 2085 m. e proseguendo si giunge alla vicina Cappella Savina. Luogo ideale per ammirare le pareti calcaree e le acrobazie di quanti si cimentano nell’arrampicata sulle difficili vie.

Cappella Savina

Quota: 2087,00 mt. Luogo: Cappella Savina Difficoltà: E Lunghezza settore: 1290,00 Dislivello: 89,00 Posti disponibili: -4 Partecipanti iscritti: 367

Capocordata:
Dalla Cappella Savina, dove fra l’altro è collocata l’immagine della Madonna della Presolana, si continua sul sentiero alto 315 che taglia alla base il ripido ghiaione fino a raggiungere il bivio per la Grotta dei Pagani.

Grotta dei Pagani

Quota: 2176,00 mt. Luogo: Grotta dei Pagani Difficoltà: E Lunghezza settore: 1157,00 Dislivello: -255,00 Posti disponibili: 59 Partecipanti iscritti: 167

Capocordata:
Suggestivo percorso in leggera discesa fino al Passo di Pozzera, posto sullo spartiacque con la Valzurio. Il panorama a sud si amplia a vista d’occhio sino al luccicante lago d’Iseo e in giornate serene fino alle cime appenniniche.

Passo di Pozzera (sasso con segno amico)

Quota: 1921,00 mt. Luogo: Passo di Pozzera (sasso con segno amico) Difficoltà: E Lunghezza settore: 1683,00 Dislivello: -101,00 Posti disponibili: 88 Partecipanti iscritti: 196

Capocordata:
Dal passo, si scende nella conca dei “Seresoi” fatta di sassi, magri pascoli e di bassi cespugli. Si prosegue con cautela in discesa un breve tratto ripido fino ad immettersi nel catino ghiaioso della Presolana che va attraversato passando sotto le creste di Valzurio fino a raggiungere il largo Passo degli Agnelli che adduce alla Valle di Olone dal quale si inizia a scendere al vicino rifugio Rino Olmo.

Rifugio Rino Olmo

Quota: 1820,00 mt. Luogo: Rifugio Rino Olmo Difficoltà: E Lunghezza settore: 970,00 Dislivello: -156,00 Posti disponibili: 32 Partecipanti iscritti: 218

Capocordata:
Dal rifugio Olmo il sentiero scende nella valle del torrente Olone. Nel primo tratto si prosegue per prati con moderata pendenza, poi il percorso diventa più tortuoso e ripido fino ad attraversare la prima fascia boscata e subito dopo incontrare il torrente Olone.

Torrente Olone (incrocio)

Quota: 1664,00 mt. Luogo: Torrente Olone (incrocio) Difficoltà: E Lunghezza settore: 950,00 Dislivello: -166,00 Posti disponibili: 88 Partecipanti iscritti: 116

Capocordata:
Dopo aver attraversato il torrente Olone si scende per un tratto nelle vicinanze dell'alveo per poi continuare sulla sinistra attraversando fasce di arbusti e poi di bosco. Successivamente il sentiero attraversa nuovamente il torrente e piega con decisione sul versante destro della valle attraversando una fascia di arbusti ed infine raggiungendo i prati della Baita Bruseda.

Baita Bruseda

Quota: 1498,00 mt. Luogo: Baita Bruseda Difficoltà: E Lunghezza settore: 740,00 Dislivello: 103,00 Posti disponibili: 56 Partecipanti iscritti: 194

Capocordata:
Dalla Baita Bruseda subito dopo aver attraversato la prima valletta si riprende a guadagnare quota con pendenze moderate per bosco alternato a radure e risalendo ora per la Valzurio al cospetto della bastionata nord della Presolana. Dopo aver perso qualche metro di quota per superare l'alveo del torrente Ogna si sale sempre nel bosco fino a raggiungere la Baita Pagherola di mezzo.

Baita mezzo Pagherola

Quota: 1630,00 mt. Luogo: Baita mezzo Pagherola Difficoltà: E Lunghezza settore: 740,00 Dislivello: 103,00 Posti disponibili: 81 Partecipanti iscritti: 99

Capocordata:
Dalla Baita Pagherola di Mezzo si segue la strada forestale in direzione della testata della valle per circa 150 m. Poi la si abbandona seguendo il sentiero che si stacca sulla sinistra e sale con maggior decisione incontrando gli ultimi alberi e zone ove sono presenti accumuli di detriti di origine mineraria. Oltre il termine del bosco in breve per prati si è alla Baita Pagherola alta.

Baita alta Pagherola

Quota: 1733,00 mt. Luogo: Baita alta Pagherola Difficoltà: E Lunghezza settore: 2000,00 Dislivello: 347,00 Posti disponibili: 46 Partecipanti iscritti: 256

Capocordata:
Dalla Baita di mezzo in breve salita si giunge alla Baita alta di Pagherola, camminiamo in un ambiente con prati stracolmi di fiori e magari ancora qualche macchia di neve. La vista incantevole sulla Presolana, il Ferrantino e Ferrante e il Fontanamora che ci fanno da corona tutto intorno.

Passo Scagnello

Quota: 2080,00 mt. Luogo: Passo Scagnello Difficoltà: E Lunghezza settore: 1010,00 Dislivello: -141,00 Posti disponibili: 57 Partecipanti iscritti: 243

Capocordata:
Si prosegue per la prossima meta, il passo dello Scagnello, il quale ci introduce alla Val di Scalve. Dal passo si possono ammirare il P.zo Camino da un lato, il Venerocolo, il Tornello, il Coca, il Redorta, il Recastello, e il Gleno con la catena dell’Adamello sullo sfondo.

Rifugio Luigi Albani

Quota: 1939,00 mt. Luogo: Rifugio Luigi Albani Difficoltà: E Lunghezza settore: 970,00 Dislivello: -38,00 Posti disponibili: 60 Partecipanti iscritti: 240

Capocordata:
Dal Rifugio Albani parte perdendo leggermente quota in direzione del vecchio rifugio e attraversando le ex baite dei minatori, proseguendo in quota si attraversa in alto la conca che ospita il laghetto di Polzone continuando ci si dirige poi al colle della Guaita, dove l’ambiente è dominato dalla parete nord della Presolana.

Colle della Guaita

Quota: 1901,00 mt. Luogo: Colle della Guaita Difficoltà: E Lunghezza settore: 390,00 Dislivello: 219,00 Posti disponibili: 85 Partecipanti iscritti: 51

Capocordata:
Dal Colle della Guaita si prende quota per immettersi sul Sentiero della Porta, per raggiungere l'attacco della via ferrata è prima necessario superare un tratto in forte pendenza su terreno scivoloso ed alcune facili roccette…

Sentiero della Porta

Quota: 2120,00 mt. Luogo: Sentiero della Porta Difficoltà: EEA Lunghezza settore: 800,00 Dislivello: 120,00 Posti disponibili: 91 Partecipanti iscritti: 38

Capocordata:
Scendendo leggermente sul versante opposto, si prosegue su terreno ghiaioso avvicinandosi alla parete sino a raggiungere il caratteristico canale roccioso con l’attacco della via ferrata. Indossato il casco, l’imbragatura e il kit da ferrata si attaccano le prime scalette verticali che permettono di accedere alla parte centrale del canale che, attraversato, consente con percorso più agevole e nuove scalette, di salire al Passo della Porta.

Passo della Porta

Quota: 2240,00 mt. Luogo: Passo della Porta Difficoltà: EEA Lunghezza settore: 1000,00 Dislivello: 102,00 Posti disponibili: 78 Partecipanti iscritti: 75

Capocordata:
Scendendo leggermente sul versante opposto, si prosegue su terreno ghiaioso avvicinandosi alla parete sino a raggiungere il caratteristico canale roccioso con l’attacco della via ferrata. Indossato il casco, l’imbragatura e il kit da ferrata si attaccano le prime scalette verticali che permettono di accedere alla parte centrale del canale che, attraversato, consente con percorso più agevole e nuove scalette, di salire al Passo della Porta.

Bocchetta Visolo

Quota: 2342,00 mt. Luogo: Bocchetta Visolo Difficoltà: EEA Lunghezza settore: 1000,00 Dislivello: 102,00 Posti disponibili: 86 Partecipanti iscritti: 54

Capocordata:
Da qui, si prende a destra il sentiero impegnativo 328, che collega la Bocchetta del Visolo alla Cappella Savina. Sul primo tratto non ci sono problemi, che invece si fanno vivi quando il sentiero deve bai-passare profondi canali, dove sono presenti tratti ben attrezzati con catene. Si percorre con attenzione il sentiero che scende in diagonale su terreno alternante a tratti erbosi un po’ infidi e a tratti ghiaiosi passando sotto le imponenti pareti rocciose della Presolana Orientale e Centrale.

Base parete Orientale

Quota: 2220,00 mt. Luogo: Base parete Orientale Difficoltà: EEA Lunghezza settore: 1000,00 Dislivello: -133,00 Posti disponibili: 80 Partecipanti iscritti: 82

Capocordata:
Un volta attraversato il Canalone Sud ed il Canalone ‘Bendotti’, si raggiunge finalmente la Cappella Savina dove si chiude il cerchio del periplo!!!

Quota: 0,00 mt. Luogo: Difficoltà: Lunghezza settore: 0,00 Dislivello: 0,00 Posti disponibili: 0 Partecipanti iscritti: 100

Capocordata: